Vuoi ricevere aggiornamenti direttamente dal pieno campo? Leggi le nostre news!

Lo stato dell’arte dei programmi di miglioramento genetico nel mondo, la possibilità di accedere al know-how, la forte evoluzione del settore che interessa nuove aree produttive vicine all’equatore, la debolezza del sistema nazionale, disegnano un quadro non roseo per la viticoltura da tavola italiana. Al recente V congresso di Madrid sulle uve apirene è emerso il ruolo marginale dell’Italia nelle tendenze del breeding internazionale.

La varietà Favolosa è il risultato di studi effettuati negli anni '80. Si tratta di una cultivar con un'epoca di maturazione precoce, elevata e costante produttività, olio eccellente, ma soprattutto resistente al batterio.

Nessun agricoltore deve sentirsi estraneo dall’attuare azioni di vigilanza e controllo partecipato ed attivo dei propri campi e del territorio. Il successo della riduzione del rischio di diffusione del batterio e delle azioni di contenimento passano dall’impegno di tutti. Un richiamo all’attuazione delle buone pratiche agricole nella gestione dell’oliveto, nel segno delle indicazioni prescritte dalle norme sulla Xylella fastidiosa.

Questo sito utilizza i cookie per le sue funzionalità tecniche e di profilazione. Chiudendo questo banner e proseguendo con la navigazione acconsenti al loro impiego; in alternativa è possibile personalizzare la loro configurazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy.