Il team Biolchim di tecnici, agenti, export manager e country manager è stato ospite della Comunità di San Patrignano, dove si sono svolte la 2° international WIN conference e la convention nazionale. Nel primo evento sono stati affrontati in maniera approfondita i temi della Ricerca&Sviluppo aziendale: fondamentale motore per competere in un settore agricolo che evolve. Nella convention dedicata al mercato italiano, sono stati analizzati traguardi, opportunità e nuovi obiettivi per il futuro.

 

XI Convention Biolchim
In apertura alla sessione dedicata al mercato italiano, il direttore commerciale, Antonio Di Nardo, ha presentato i dati di vendita 2019. "L'annata appena conclusasi ha messo in difficoltà gli agricoltori italiani" ha sottolineato Di Nardo. "Da nord a sud il comparto ha dovuto affrontare pesanti avversità metereologiche e parassitarie che spesso hanno compromesso gravemente i raccolti. Biolchim, grazie alla sua rete di agronomi e professionisti, si è messa al servizio dei produttori offrendo soluzioni mirate che hanno consentito di superare gli ostacoli e raggiungere gli obiettivi agronomici fissati dalle filiere. L'efficacia e l'affidabilità dei nostri biostimolanti, veicolata dalle esperienze che abbiamo maturato grazie alla intensa attività di sperimentazione, ci hanno consentito di aumentare i volumi di vendita delle specialità e far crescere il fatturato complessivo".

 

Esperienze di successo
Nella parte tecnica dell'evento, largo spazio è stato dedicato proprio alle esperienze nate sul campo. Qui, gli specialisti di alcune delle più importanti filiere italiane hanno partecipato e presentato i risultati ottenuti nelle aziende agricole grazie alle specialità Biolchim. Antonio Melillo (AGRIMECA) ha mostrato i risultati dell'impiego di Folicist e NOV@ su uva da tavola e ciliegio; in orticoltura, Tiziano Biancari (agronomo libero professionista) ha ottenuto risultati eccellenti grazie alle strategie adottate con i biostimolanti Biolchim; Nino Azzaro (agronomo libero professionista) ha portato il suo contributo di valore relativo all'impiego di Corasil su agrumi; con Francesco Maugeri (agronomo libero professionista) si è poi tornati a parlare di orticoltura, in particolare dell'efficacia di T34 Biocontrol nella prevenzione e cura di alcune fitopatologie.

 

I nuovi prodotti
In conclusione dell'ultima giornata di lavoro sono stati presentati nuovi prodotti.

Vhera & Vhera Life, bioregolatori della rizosfera, favoriscono la relazione di reciproco vantaggio tra pianta e microrganismi benefici del suolo (mutualismo), promuovendo lo sviluppo e le funzionalità radicali e fortificando il naturale effetto barriera del rizobioma. Applicati in strategia sinergica in fertirrigazione, Vhera LIFE (prebiotico) e Vhera (probiotico) consentono di preservare ottimali livelli produttivi e di qualità, anche in presenza di avversità telluriche.

Kriss Biologico è la nuova soluzione per favorire l'incremento di pezzatura del frutto: ha origine completamente vegetale ed è ammessa in agricoltura biologica. Grazie alla sua formulazione a base di crema di alghe brune ed estratti vegetali, Kriss Biologico stimola la moltiplicazione e la distensione cellulare nei giovani frutticini, aumentando la pezzatura, uniformando il calibro e migliorando la qualità del raccolto.

 

Valore alle persone
Le due giornate di lavoro della convention Italia, si sono chiuse con il tradizionale momento di premiazione di agenti e tecnici che si sono distinti per il raggiungimento di brillanti obiettivi numerici, nonché con un riconoscimento al Dr. Eros Tagliani per la dedizione, l'impegno evidenziato nel lavoro e l'apprezzamento ricevuto dalle aziende agricole in tanti anni di lavoro.

 

Fonte: FreshPlaza.it

 

Data di pubblicazione: 29/01/2020